Centrale biometano di Latina Scalo: una verità scomoda.

Condividi:

La ricerca della verità é un percorso molto duro e lastricato di ammalianti soluzioni e opportunità che però, il più delle volte, sono vere e proprie bufale se non tranelli. E arrivati a questo punto noi di Latinascalo.org ci chiediamo quale verità i nostri Amministratori, le Organizzazioni cittadine e i Cittadini stessi vogliano ascoltare, ma soprattutto, se hanno voglia di scoprire veramente cosa ci aspetta se il progetto per la realizzazione della centrale biometano a Latina Scalo arriverà a compimento. Ma partiamo dai fatti. Siamo partiti con questo Magazine il 26 aprile del 2018 e abbiamo iniziato ad occuparci della centrale biometano con i nostri articoli del 9, 11, 12 e 18 maggio 2018. Negli articoli dell’11 e 12 maggio abbiamo cercato di diffondere la notizia di una conferenza, che si é svolta il giorno 19 maggio 2018 a Pomezia, nella quale sono intervenuti come relatori il Prof. Stefano Montanari e la Prof.ssa Antonietta Gatti che hanno parlato di “Nanoparticelle Ambiente e Salute”, esperti di nanoparticelle. In quegli articoli abbiamo più volte invitato gli Organi pubblici (Comune, Provincia e Regione), a partecipare all’incontro e abbiamo avuto contatti diretti con i Comitati ed i Cittadini cercando di sensibilizzarli a partecipare a questo momento di approfondimento scientifico, senza nessun retroscena politico o di qualsiasi altro genere che non fosse la genuina ricerca della verità scientifica. L’Associazione Vita Al Microscopio, una delle Associazioni organizzatrici della Conferenza, ha inviato, in data 14 maggio scorso, inviti diretti – via mail – al Signor Sindaco di Latina, Damiano Coletta e all’Assessore all’Ambiente Roberto Lessio (le mail le trovate qui di seguito). Ma nessuna risposta é pervenuta. Noi che eravamo li alla Conferenza sabato 19 maggio 2018 alle 15.00, non abbiamo trovato NESSUNO! Nessuno delle Istituzioni, nessuno dei Comitati, nessun Cittadino di Latina Scalo. Eppure ben 2.000 firme sono state raccolte e le conferenze indette dal Comune e la Provincia per spiegare la loro verità erano sempre abbatanza gremite. I quattro articoli da noi pubblicati hanno, tutti insieme, totalizzato circa 3.000 visualizzazioni ad oggi, ma a nessuno interessava capire, prima che la vicinianza della centrale alle abitazioni, del rischio incidente, del traffico di camion che si verrebbe a generare nella zona dell’impianto o dell’immondizia che arriverà da altri Comuni e Regioni per essere trattata, cosa veramente andrà ad intaccare la nostra salute. Si lo sappiamo… tutto questo é incredibile. Neanche a dirlo la conferenza era gratuita e svolta in un Hotel di tutto rispetto con tutti i confort necessari. Proprio vero: la necessità di informazione e la volontà di cambiare il mondo che ci circonda ha zero spinta oggi e la cosa é molto, molto diffusa purtroppo. Tranquilli che nessuno ci ha fatto il lavaggio del cervello o fatto firmare un contratto o fatto qualche magia nera. Lo scopo della conferenza era “informare” e “raccogliere fondi” per la ricerca che stanno effettuando questi due Professori e che nessuno in Italia farà mai perché sà di realtà scomoda (ma rilassatevi il contributo non era obbligatorio, d’altronde noi siamo già vessati dalle tasse che vanno ad Amministrazioni che costruiscono centrali a biometano… ma nulla dobbiamo a chi tenta di informarci. Noi comunque ci siamo “frugati” e abbiamo contribuito). A parte però l’amarezza infinita sulla mancata partecipazione, noi siamo per l’informazione a tutti i costi, soprattutto per le cose che ci riguardano così da vicino e che saranno inevitablmente nella bilancia negativa dell’ambiente nel quale i nostri figli continueranno a vivere. Fatto sta che oggi i circa 7.000 Cittadini di Latina Scalo sono tutti più poveri di informazioni e inadeguati rispetto ai tecnici delle Amminstrazioni che danno pareri favorevoli a progetti pericolosi per la salute pubblica e per l’ambiente. Avremmo voluto vederli alle prese con i Professori Montanari e Gatti per capire quanto ne sanno veramente. Voi no? Bene ora però bisogna andare avanti e tentare di recuperare, dal macabro girone dell’inutilità di Facebook e social vari (ma veramente pensate che basti un like o un click o una faccina o chilometri di commenti per cambiare le cose o a sollevarsi la coscienza?), un po di teste che vogliono, pur nella loro pigrizia cronica o insensibile confort, essere comunque informate per arrivare magari a formare cittadini che pensino che oltre a firmare un pezzo di carta dove su c’é scritto “petizione” occorre ben altro poi da fare per cambiare le cose. Badate bene noi qui a Latinascalo.org non abbiamo la scienza infusa o la conoscenza assoluta che invece sembrano dimostrare in nostri Amministratori e nemmeno ci metteremo mai in cattedra per insegnare a qualcuno il suo mestiere. Ci poniamo però in una posizione di ricezione, assimilazione e diffusione delle informazioni pensando di dare un servizio alla nostra Comunità che, a sua volta, dovrà, se vorrà,  potrà pensare con la sua testa e farsi responsabile delle proprie azioni (avendo dalla sua il maggior numero di informazioni possibili). Ora, stringendo, in alto troverete il video della prima parte della conferenza del Prof. Montanari e della Dottoressa Gatti. Si tratta della parte che, per quanto riguarda la centrale biometano, ci interessa di più. La conferenza completa é disponibile sul canale YouTube di Byoblu. Alla fine troverete una domanda che abbiamo rivolto ai relatori, inerente proprio la tipologia di centrale che stanno per intallarci in casa. Sappiamo che alla fine molti di voi penseranno: “ma si tanto non cambierà nulla”, oppure “siamo solo vittime di un sistema”, oppure “é tutto un magna magna…”o cose del genere e se ne fregheranno, ma fate almeno il favore di passare le informazioni ad amici e conoscenti che potrebbero cambiare la sua sorte e anche le nostre. Grazie tante anche a nome dei nostri figli. Ringraziamo infine, dal profondo del nostro cuore, l’Associazione Vita al Microscopio per l’opportunità che ci ha dato e per la loro accoglienza e supporto. Grazie anche agli Amici che ci hanno condiviso le informazioni per arrivare sino alla Conferenza e speriamo che queste informazioni ci consentano o vi consentano di andare oltre. Sarebbe infatti possibile chiedere una perizia al Prof. Montanari e alla Dott.ssa Gatti sulla documentazione presentata dalla Società Recall in modo da avere un contraddittorio utile a capire se le relazioni tecniche presentate con il progetto della Centrale siano effettivamente valide e complete. Ma per questo serve il contributo di tutti e soprattutto dei Comitati di Cittadini. Lo faranno? Speriamo di si. Un saluto a tutti.

 


Condividi: