Raccolta differenziata porta a porta: molte domande e pochissime risposte ai cittadini. Occorre chiarezza

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri diretta sul canale Facebook di LBC con argomento “Il ciclo dei rifiuti”. Sono intervenuti il sindaco di Latina Damiano Coletta, l’ecomanager Alessio Ciacci, l’assessore Dario Bellini, il presidente ABC Gustavo Giorgi,  la presidente della commissione ambiente Loretta Isotton, Serena Ciammaruconi per l’associazione Filo Verde e Pietro Pasquali portavoce di un comitato cittadino di Latina Scalo – ancora sconosciuto. Moderatori Elettra Ortu La Barbera e Emanuele Di Russo. Un’ora e mezza di diretta dove gli interventi di maggior interesse sono stati quelli di Alessio Ciacci, che ha portato la propria esperienza nell’ambito dell’attività di coadiutore delle amministrazioni per il servizio di raccolta differenziata, e quello dell’assessore Bellini – anche se a tratti confuso – ma che ha dato qualche informazione in più sul servizio in procinto di partire, senza però mai addentrarsi nello specifico. Da Pietro Pasquali, in rappresentanza dei cittadini di Latina Scalo, dal quale ci si aspettava una partecipazione attiva con domande riguardanti specifiche questioni che i cittadini vogliono conoscere, non é arrivato nulla. A LBC serviva un volto amico probabilmente da incasellare nella diretta. Peccato. Per il resto tutto contorno volto a rafforzare il concetto di necessità che parta e si realizzi l’obiettivo del porta a porta che é un’atto necessario e improcrastinabile per il nostro territorio al quale dobbiamo dedicare le nostre energie e il nostro tempo, assolutamente nel nostro interesse. Siamo indietro rispetto ad altre provincie e altre regioni. Ci sono comuni che raggiungono il 90% di differenziata e non sono morti per questo e non vedo perché noi non dovremmo farcela. Dobbiamo essere orgogliosi di farla e desiderosi di contribuire al risultato. L’ambiente e la salute ringrazieranno e ne coglieremo a breve i frutti tutti quanti. Comunque torniamo invece alle cose che purtroppo non vanno in questo momento di start-up nelle zone di Latina Scalo, Borgo Piave, Borgo San Michele e Borgo Faiti. Come riferito nella diretta é prevista la distribuzione di 10.000 kit per la differenziata e sino due giorni fa ne erano stati distribuiti 2.200, con un incremento medio giornaliero di circa 350 unità, con una distribuzione al punto informativo e di distribuzione di Latina Scalo – sito in via della stazione 209 – di circa 20/25 kit al giorno. Qui di seguito trovate gli orari.

Ricordiamo che il servizio é previsto partire il giorno 15 marzo. Quindi se per caso i ragazzi che si occupano della distribuzione non passano da voi, recatevi quanto prima a Latina Scalo e ritirate il vostro kit. L’assessore Bellini ieri ha comunicato un’informazione nuova e diversa rispetto a quella data nei giorni scorsi nelle precedenti dirette, e cioè che i cassonetti stradali saranno ritirati a partire dal giorno 8 marzo, progressivamente su tutto il territorio interessato al porta a porta. Era invece inizialmente stato detto che ci doveva essere un periodo – un paio di settimane – nel quale secchioni stradali e servizio porta a porta avrebbero lavorato in tandem. Tutto cambiato quindi. Questo anche genera confusione purtroppo. E il fatto che non ci sia documentazione dove puntualmente alcune questioni vengono trattate con precisione non fa che aumentare l’entropia e la voglia nei cittadini di mandare tutto all’aria. Ieri purtroppo durante la diretta ho constatato che alle domande mandate in diretta – poche – poste non é stata data alcuna risposta e gli é stato dedicato uno spazio quasi nullo. Capisco che bisogna spingere con il discorso di convincere ma se non si chiariscono alcuni aspetti e si cambia idea ogni 3×2 di certo non si aiuta il cambiamento e la proattività. Ho visto scorrere sullo schermo alcune domande molto pertinenti: il discorso della trattazione degli imballi oppure la richiesta di creare un documento da diffondere con delle domande e risposte – FAQ – per aiutare i cittadini in queste prime fasi. Niente. Continuo a dire che cosi non va bene. A parte le dirette bisogna dare risposte puntuali. Niente ancora sulle tariffe. C’é ancora confusione sui mastelli grandi e piccoli. Non é chiaro chi deve prendere uno e chi l’altro tipo, visto anche che ci sono calendari diversi per il ritiro e ovviamente tariffe diverse. Insomma, queste risposte chi le da? Le avremo nei prossimi giorni o le scopriremo solo vivendo? Sono sicuro che riusciremo tutti insieme a farcela ma la politica, i servizi, le istituzioni devono fare la loro parte per bene e dare risposte corrette alle domande dei cittadini che vogliono un servizio puntuale, all’altezza di quanto pagheranno e soprattutto funzionale e veramente utile alla salute e all’ambiente. Attendiamo fiduciosi. Noi siamo sempre qui a disposizione. Seguite il canale tematico sul porta a porta sul nostro sito web, nel quale troverete tutte le informazioni e gli articoli per rimanere informati sulla situazione. Continuate a seguiteci sul nostro sito e sui nostri social FacebookInstagramTwitter e YouTube! Mettete un bel “mi piace” alla nostra pagina Facebook e lasciateci i vostri commenti dove volete, grazie.

Di seguito alcuni documenti e articoli che possono interessarti:

Servizio rifiuti porta a porta: si parte dal 15 marzo anche a Latina Scalo ma attenzione!

Raccolta rifiuti porta a porta: compostaggio solo per gli intrepidi!

Servizio porta a porta – kit compostaggio

Servizio porta a porta – calendario 2021 della raccolta

 

Redazione Latinascalo.org

Gruppo Redazione Latinascalo.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *