L’ipotesi era già stata ventilata in queste ultime ore, ma l’ufficialità è arrivata solo ieri sera: gli Stati Uniti hanno autorizzato l‘invio delle bombe a grappolo all’Ucraina. Una decisione che spinge ancora di più la Casa Bianca verso il sostegno indeterminato (potremmo dire quasi da “assegno in bianco”, nonostante quanto affermato pochi mesi fa da Joe Biden) alla resistenza guidata da Zelensky.
Cosa sono le bombe a grappolo
Ora, però, le critiche si incentrano sul diritto internazionale. Secondo il Comitato internazionale della Croce rossa, il 40 per cento delle bombe a grappolo rilasciate in alcuni recenti conflitti non sono esplose; il presuppone che, una volta lanciate da aerei o missili, rappresentano … [continua a leggere ..]

Puoi continuare la lettura di tutta la notizia nel sito dell’autore
Articolo apparso sul sito web Nicolaporro.it. Questo é solo un trailer dell’articolo originale. Tutti i diritti dell’articolo sono riservati al produttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *